Questo blog non rappresenta una testata giornalistica.

mercoledì 16 agosto 2017

INTERVISTA A CHRISTIAN SALERNO

Pianista, compositore, didatta di grande successo con milioni di visite sui profili web



Conosco Christian Salerno in modo del tutto casuale sul web. Un problema di tipo informatico mi conduce - non ricordo più il perché - sul suo profilo. Appena la videata mi permette di leggere qua e là qualche notizia sulle sue esperienze di lavoro dico a me stessa: ‹‹Però, com’è in gamba questo giovane! Ventotto anni e già così maturo››.
 
Poi quando scopro che è appassionato di musica ed è anche un bravissimo pianista e compositore, non posso proprio più arretrare: gli chiedo subito l’amicizia, ponendogli anche numerose domande. Penso: ‹‹Chissà quanto dovrò aspettare per ottenere risposta, con tutti i milioni di click che riceve ogni giorno sul suo canale, e tutti gli altri impegni da cui è preso, sarà molto lunga l’attesa!››.


Invece Christian mi risponde immediatamente e nel farlo adopera una gentilezza ed un modo di fare così elegante da lasciarmi sconvolta! Non è da tutti e non è facile interagire in modo tanto amichevole e con il tatto che adopera il mio nuovo amico! Sono molto contenta di questo nuovo contatto virtuale, che presto, sono certa, diventerà una bella amicizia.
 
Sono un pianista a tempo pieno, laureato a pieni voti all'ISSM "G.Puccini" di Gallarate. Adoro condividere le mie esperienze musicali sul web con articoli e video. Insegno pianoforte a coloro che intendono cominciare questa fantastica avventura”. È quel che si legge sul portale del quale è co-amministratore e che è il primo ad essere dedicato interamente al pianoforte. In “Pianosolo”, questo il nome del portale, si spazia dalle lezioni di pianoforte a quelle di teoria musicale, dal solfeggio all’armonia, ad esempi ed analisi musicali fino alle interviste ad illustri interpreti; per illustrarne al meglio i contenuti è senz’altro consigliabile dare un’occhiata al sito www.pianosolo.it nel quale, sono certa, ogni musicista ma anche il semplice appassionato, troverà argomenti e spunti interessanti e molto coinvolgenti. 

 Dalle parole che si leggono o dai video che si ascoltano, si evince una bravura e una passione per il lavoro che Christian sta svolgendo, talmente approfondito ed efficace, da riuscire a farsi seguire da milioni di persone. Ma per conoscerlo meglio, ecco la sua ricca biografia: www.christiansalerno.com

È inevitabile a questo punto rivolgere a Christian alcune domande di carattere professionale:

‹‹Ciao Christian, volevo chiederti in merito alle le tue preferenze musicali: quale genere e quale autore ti appassionano maggiormente?››

‹‹È difficile per me dirlo. Delle volte mi sento un po' come il grande maestro Gulda, eternamente combattuto fra la classica e il jazz. In realtà adoro tutta la musica, purché alle mie orecchie risulti bella. Se dovessi scegliere un autore in particolare direi Beethoven senza ombra di dubbio. Ricordo quando, alla mia prima lezione di pianoforte, dissi al mio maestro: voglio diventare come Beethoven›› e lui rispose sorridendo: ‹‹Ambizioso il ragazzo››. 


Passano i giorni, sulla mia bacheca appaiono i video di Christian, interessanti, molto chiari. Mi assale il desiderio di scoprire di più su questa meravigliosa avventura formulata in modo così nuovo in confronto alla solita lezione e mi accorgo subito che la sua passione per la musica, la sua bravura come interprete pianista, ma anche come insegnante, supera i limiti della pura didattica, sì perché nei suoi video afferma delle cose, dei principii che apparirebbero quasi scontati ma non lo sono per niente. 


Come quando ti racconta a cosa serve studiare l’armonia (https://www.youtube.com/watch?v=jkPFlexXysk): sembrerebbe un discorso accademico invece, raccontato da lui, è un modo per fare capire quanto l’armonia sia la nostra stessa vita.
Note, suoni, accordi, cadenze, modulazioni: non solo tecnica, ma elementi che, intrecciandosi, conducono a comprendere come sia ramificata, la vita. Mi ha colpito il paragone con il sudoku di cui si serve Christian nel filmato.

Oppure quando ti parla del “futuro dell’artista indipendente”: https://www.youtube.com/watch?v=Q8edjgNTCY8


Sono tante le ricchezze da scoprire in questo giovanissimo talento: pertanto, mi accingo a terminare l’intervista con altre due domande: ‹‹Christian, sei un "cervello in fuga"?››
 ‹‹All'estero, a livello musicale, sono ad un altro livello rispetto all'Italia, tuttavia sono profondamente legato a questa terra e penso che ci sia molto da dare e da ricevere››.
‹‹Ho letto le recensioni sul tuo ultimo concerto tenuto ad Ischia, nello splendido Castello d’Aragona. Complimenti, ma, cosa mi racconti in merito ai tuoi prossimi impegni››?
‹‹Per il momento mi godo la fine dell'estate anche se studierò in preparazione del concerto del 17 settembre a Brezzo di Bedero, poi si vedrà... mi piace godermi tutto giorno dopo giorno››.

Trovo molto accattivante questo richiamo al “carpe diem” di Orazio: costruisce su spazi di tempo, mosaici, intrecci, trame e orditi, un fluire continuo di saperi e cultura, un “continuum” lungo il quale scorre l’armonia della vita.  E conduce verso una dimensione ancora umana.  

Grazie a Christian Salerno per il tempo che mi ha voluto dedicare.











Share:

3 commenti:

  1. Grazie per la bellissima intervista, Adriana. Un caro saluto! :)

    RispondiElimina
  2. Grazie Adriana e grazie Christian! Ancora mi avvalgo con il manuale che spero mi verrà presto sull'accompagnamento. Veramente è una Vita musicale ed...Esperienziale!

    RispondiElimina

News

Powered by Blogger.